PHOTOLUX FESTIVAL (CORSO DI LIVELLO BASE) – Febbraio/Giugno 2017

Contenuto del Corso: Utilizzo dell’apparecchio fotografico, tecniche base, educazione visiva, introduzione agli aspetti storici ed estetici.

Qui di seguito i lavori portati a termine dai miei studenti.

Piccoli portfoli personali, che riassumono tutto il percorso tecnico-creativo sviluppato durante le lezioni del corso.

Espongono in questo spazio:

Yuri Damiano Brugiati; Chiara Cristofani; Francesca Davini; Lorenzo Giuntini;Claudio Martino; Beatrice Milianti; Noemi Tacchi.

Il programma del corso


YURI DAMIANO BRUGIATI

“Yuri questa con ogni probabilità sarà l’ultima estate che trascorro con il mio gregge… gli anni passano… iniziai che ero ancora bambino… fare il pastore per me non è mai stato “un lavoro” è sempre stata la “mia vita”…

Una storia… quella di Angelo, ultimo pastore transumante a Campocatino in Alta Garfagnana… che qui, oggi, vorrei raccontare attraverso la Fotografia.
Yuri Damiano Brugiati



CHIARA CRISTOFANI



FRANCESCA DAVINI

Il nostro volto è come un palcoscenico: le forze che ci animano, i vissuti che ci segnano, le emozioni che prorompono e che possiamo riconoscere grazie alla forma, ai tratti e alle espressioni. Il fascino per un mondo che va oltre le parole ha dato vita a questo portfolio in cui ho cercato, attraverso lo sguardo di una persona a me molto cara e vicina, di aprire una o più porte..
Francesca Davini



LORENZO GIUNTINI

Pensare la fotografia come luce e movimento. Questo è quello che ho realizzato nel mio portfolio, utilizzando come soggetto me stesso, nella situazione in cui sto meglio; quando eseguo un gesto dinamico.
Lorenzo Giuntini



CLAUDIO MARTINO

Eleganza, bellezza e delicatezza del nudo artistico, catturata con efficacia difronte al mio obiettivo.

La luce che accarezza la pelle, evidenzia linee e geometrie in completa armonia.

Il mio desiderio nel realizzare questi scatti è trasmettere, agli occhi altrui, la purezza e l’unicità del corpo femminile.
Claudio Martino



BEATRICE MILIANTI

Ho scelto foto in cui i volti e i corpi sono in primo piano in un contesto che induce, insieme alle espressioni del volto e al linguaggio del corpo, a evocare possibili situazioni e percorsi di vita.

Le immagini consentono di approfondire la nostra conoscenza dell’altro: possiamo rallentare la nostra esplorazione e soffermarci su espressioni mimiche e posturali che altrimenti scorrono via inosservate e dimenticate come i sentimenti che vorrebbero comunicare.
Beatrice Milianti



NOEMI TACCHI

“Maybe we feel empy because we leave peaces of ourselves in everithing we used to Love.”
(R.M. Drake)